sabato 13 settembre 2014

Amata routine...


Buon pomeriggio,
dopo una pausetta estiva (o per lo meno il periodo era quello estivo sul calendario) torno a scrivere anche se ancora non ho la certezza di poterlo fare più volte a settimana.
La routine è già in modalità ON, marito al lavoro, anche se effettivamente ha fatto solo 2 settimane di ferie (di cui una lavorando da casa), la piccola è tornata all'asilo dal 4 settembre, di conseguenza io e il piccolo di casa dobbiamo riabituarci a tutto ciò.
Non è facilissimo dopo aver trascorso 3 mesi con una piccola pesta per casa che voleva sempre fare mille cose, soprattutto coinvolgere il fratello in giochi che nei suoi 22mesi non riusciva proprio a reggere.
Con un'organizzazione decisamente diversa dato che lei non dorme più al pomeriggio, quindi appena il fratello andava a letto voleva fare mille cose e attività che con lui nei paraggi difficilmente riusciva a fare; quando era all'asilo e lui andava a dormire io avevo almeno un'ora di assoluto silenzio e dove non dovevo dare retta a nessuno (eccetto a mio marito in skype).
Tempo di abituarsi alla routine estiva e puff siamo già a quella autunnale che oltretutto amo... ebbene si, amo l'autunno i colori di questa stagione, l'accendere i camini (che oltretutto io non ho ma sento il profumo nell'aria), la casa che trasmette calore, unione e coccole per non parlare dell'attesa del Natale.
Ritorno all'asilo, la mia "piccola" è già una mezzana quindi avrà molte più attività tra cui anche la partecipazione attiva alla lezione di religione e la cosa mi rende felicissima! già lo scorso anno nonostante fosse nei "piccoli" qualcosa faceva ma di certo in modo diverso e meno partecipe.
Per me invece tra poco inizierà una nuova avventura, decisamente piacevole e impegnativa ovvero il catechismo.
Sarà il secondo anno per me, il precedente è stato il primo e stupendo, mi ha arricchito tantissimo spiritualmente avendo avuto il privilegio di poter portare i bambini alle loro prima confessione.
Questa volta dovrò seguire una quarta elementare, non hanno sacramenti ma sarà un grosso impegno dato che saranno due classi, una seguita dalla suora e una seguita da me, quindi per la prima volta sarò "sola", un modo per rimettermi in gioco e dare tutta me stessa a questi bambini, trasmettendo loro la fede, il mio aver ritrovato la fede anni fa e la gioia di seguire Gesù.
Piano piano vi racconterò come andrà questa nuova ed emozionante avventura, come verrà fatto il cammino (che a detta del sacerdote verrà improntato sul cammino dell'azione cattolica quindi molto interattivo) oltre a continuare a rendervi partecipe della mia vita di moglie e mamma cattolica perchè ora questa è la mia vocazione.
Nel prossimo post vi racconterò anche di una scelta importante inerente la vocazione di mamma e moglie a tempo pieno e molto altro.
Sarete nelle mie preghiere.
Che il Signore vi benedica e protegga sempre.
Cristina

2 commenti:

  1. Ciao! Eccomi ti seguo anche qui, che bello! I miei figli hanno iniziato le scuole oggi 15 settembre, ormai sono grandicelli e vanno a scuola senza problemi (la più piccola é Costanza che è dei grandi all'asilo). La mia fatica più grande è seguirli nei compiti al pomeriggio, dividerli ognuno per stanza, che stiano concentrati... le vacanze estive da oggi sono alle spalle. Anche a me piacerebbe fare catechismo, sai? Credo che mi offrirò l'anno prossimo, quando Costanza farà la prima elementare (a Dio piacendo). Inutile aggiungere che anche a me piace l'atmosfera autunno-invernale: scrivendo storie, sono ambientazioni stupende i primi freddi, il Natale, i colori caldi, i caminetti accesi e le cioccolate fumanti... chissà cosa combinerò stavolta! Un abbraccio!

    RispondiElimina