lunedì 26 agosto 2013

Pregare solo per chiedere?


Buon pomeriggio,
oggi voglio parlare della preghiera, cercherò di essere piuttosto sintetica ma allo stesso tempo esprimere al meglio questo concetto.
Nel dizionario si trova la definizione di preghiera: "rivolgersi a Dio o ad altre figure sacre con la mente o con parole, al fine di implorarne l'aiuto".
Stando alla definizione quindi si dovrebbe pregare solo con il fine di implorare Dio o altre figure (anche i Santi), per chiedere qualcosa.
Siamo abituati a ciò, di solito preghiamo per i nostri cari, perchè magari un colloquio possa andare bene, oppure per la salute e cose del genere e cosi infatti ce lo dice Dio nella Bibbia
"Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Poichè tutti coloro che chiedono riceveranno, tutti coloro che cercano troveranno, a tutti coloro che bussano verrà aperto."(Matteo. 7,7-11)
Io stessa prego principalmente per i miei figli, la mia famiglia, perchè il Signore ci aiuti e guidi nella fede oltre che chiedere la grazia di poter vedere crescere i miei figli, ma ad un certo punto mi sono sentita quasi a disagio perchè mi sono resa conto che continuavo a chiedere ma non ringraziavo mai il Signore per tutto ciò che faceva per me.
Dopo averci pensato e realizzato che effettivamente capitava raramente che ringraziassi il Signore, ho stabilito che ogni sera prima di andare a letto pregherò per ringraziarLo della giornata trascorsa indipendentemente che essa sia stata positiva o negativa.
Pregare non significa solo chiedere ma anche ringraziare, e lodare! Ci sono infatti delle preghiere di ringraziamento e lode, oppure semplicemente attraverso il cuore pichè una persona può pregare quanto vuole con "formule" già pronte ma se non sono recitate con il cuore e con fede servono a poco e niente.
La preghiera deve essere sincera, sentita nel profondo, non semplicemente detta per abitudine o per obbligo poichè si disperderebbero nel nulla e non arriverebbero a Dio.
Si può pregare in qualsiasi momento poichè non è necessario recitarle ad alta voce ma anche in silenzio, quel silenzio che può essere più potente di un amplificatore acceso al massimo.
Quindi ricordatevi ogni giorno di ringraziare e lodare il Signore per ogni attimo che viviamo, sia nel bene che nel male.

Che il Signore vi benedica e protegga sempre!

1 commento:

  1. Grazie per questa intensa e preziosa riflessione !

    RispondiElimina